È il tempo di sporcarsi le mani

C’era un popolo senza casa, un popolo che si sentiva distante dai massimalismi, di destra e di sinistra. Un popolo orientato alle soluzioni, stufo dell’imperante “pensiero contro”.

Quel popolo senza casa ora una casa ce l’ha. È una casa perfetta? Forse no. È la casa ideale? Forse no. D’altronde, la pretesa della perfezione è una delle principali fonti di immobilismo: l’innovazione passa attraverso la sperimentazione, l’errore, il miglioramento.

In fondo, la pretesa della società perfetta è alla base della cultura politica Grillina: qualunque miglioramento va osteggiato in quanto non perfetto. Fu così per tutte le sacrosante riforme del governo Renzi, fu così nei confronti di qualunque genere di infrastruttura, fu così in occasione del referendum costituzionale. Costoro rivendicano il mondo perfetto, ma sono specialisti nel lasciare quello reale così com’è.

Per anni, chi si è sentito parte di questo popolo senza casa, ha lamentato la mancanza di una forza politica che andasse oltre i vecchi steccati, accogliente per chiunque, oltre le passate etichette. Ora che questa casa c’è, ed è Italia Viva, alcuni storcono il naso: sì ma Renzi è troppo ambizioso, sì ma è un partito personale, sì ma Renzi non è coerente.

Si tratta di argomentazioni tipiche di quei sinistri sinistri che, a forza di restare “coerenti”, sono rimasti ancorati a polverosi paradigmi novecenteschi. Ma oggi queste argomentazioni, chiamiamole così grazie a un impeto di benevolenza, sono proposte anche da un certo mondo “liberale“. Si tratta dei liberali duri, puri e coerenti. Dal punto di vista dell’atteggiamento politico, sono i nuovi “comunisti”: convinti di essere diversi e antropologicamente superiori, pretendono chissà quale rivoluzione, ma non si sporcano le mani e, guardando con snobismo l’unico realistico fattore di cambiamento, rinunciano a migliorare alcunché.

Per quanto mi riguarda, ho scelto di sostenere attivamente Italia Viva. Sostengo Italia Viva tramite l’iniziativa di Umanisti 4.0.

Di cosa si tratta? Al nostro sito puoi saperne di più.

Noi di Umanisti 4.0 vogliamo che Italia Viva si ponga davvero oltre ogni vecchio steccato, nei comportamenti e nelle scelte, non solo negli slogan. Vogliamo che Italia Viva proponga una narrazione autenticamente alternativa a quella populista, sia essa di stampo leghista sia essa di stampo grillino.

Siamo convinti che il vertice di Italia Viva sia sostanzialmente allineato con il nostro pensiero. Abbiamo però l’impressione che la “pancia“ del partito sia in buona parte tuttora ancorata a vecchie logiche. Per questo è necessario l’impegno diretto del popolo senza casa, del popolo oltre i vecchi steccati, del popolo senza etichette.

Grazie a questo impegno diretto, Italia Viva potrà essere il partito dei nuovi protagonisti e non il partito degli ex PD, potrà essere il partito del 30% da mettere al servizio della democrazia e non il partito del 5% da far pesare al tavolo del centro sinistra. Grazie a questo impegno diretto, Italia Viva potrà adempiere a un compito storico. Stavolta vale davvero la pena di mettersi in gioco.

Per iscriverti a Italia Viva

Per iscriverti al Comitato Umanisti 4.0

Per mettere il tuo like alla nostra pagina Facebook

Per visualizzare il video illustrativo di Umanisti 4.0

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...